mercoledì 5 maggio 2010

È l'estate del 1994

Mi burlavo della legge io, preferivo liberare i capelli al vento. Spensierata ed incosciente, l'alta velocità non era comunque possibile! Le mete erano sempre a portata di mano in genere. Tranne quella volta che si vedeva solo nero, davanti, dietro, di lato! Ma c'erano Lavinia, che bene o male teneva il mio passo, e Molli che invece ci lasciava indietro, lei aveva Hello Kitty, era più facile per lei!
Ma quanti scherzi mi faceva, non tollerava la pioggia! E quante volte cercava la discesa per sforzarsi il meno possibile! Beveva dal biberon perchè era rimasto piccolo ed imboccarlo, quando i tempi andavano avanti, diventava sempre più difficile. Gli altri avevano i tasti, io e Lavi solo i pedali. Che gran senso di libertà però, schivare i birilli, salire sui marciapiedi, arrivare prima, con la borsetta nuova e le mollettine tra i capelli. Principessa nel mondo delle fate. Vanitosa ed emozionata se mentre scendevo c'era quello che mi piaceva.
Adesso lui vive nell'isola, con il cuore ancora attaccato alla catena. Si godrà la sua pensione lì un giorno, all'ombra del lentischio.
Invece il nuovo è il più amato dalle adolescenti, giovane e aitante anche se poco scattante, riceve occhi ammiccanti da ogni passante... ma lui ha scelto me! Mi manca solo qualche adesivo young e poi al semaforo mi chiederanno "ma tu che scuola fai?!!"

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Leggo veloce per battere le lacrime, lo sai come sono fatta! Festeggieremo Annì perchè è importante...appena tolgo i punti. promesso.

la_stupida ha detto...

i punti sono una metafora o mi sono persa qualcosa?
comunque contaci, quando sentirai il clackson dall'inizio della via, saprai che sto arrivando a rapirti... lascia pure il casco a casa!
: )

Anonimo ha detto...

1. una metafora
2. forse ho ancora un adesivo dei chupa-chups..ma ci tengo troppo
3. oggi mi hanno dato un auto sostitutiva, e ora ho una Uno bianca..se mi davano il pandino vincevo!

la_stupida ha detto...

forse era meglio una non metafora!
comunque per la panda dovrai aspettare, sarà lei la nostra maestra... ma è ancora presto per pensarci!
auguri!