lunedì 16 marzo 2009

come ero prima...

Allora è vero che cambiare aria fa bene? Direi di sì.. un fine settimana di vento fresco e buono, tra vecchi ricordi sì, ma con prospettive nuove e con i rapporti veri che si rafforzano intorno a me per convincermi a lasciar andare quello che non sa più darmi niente..
Cene, colazioni, pranzi, passeggiate e fiori per colorare e riscaldare un po’ le membra stanche di una lotta senza scopo e per addolcire il sorriso vero, quello spontaneo di quando ti senti leggera.
È lo sguardo che si appoggia sulla finestra/quadro che a volte ti frega, perché ti ricordi che altri si sarebbero meravigliati come te nel vedere un albero artisticamente piegato dal vento.. ma quella capacità di stupirsi è stata sostituita da una fredda rigidità, ed è solo buio, mascherato da un’emulazione obamiana!
E allora grazie a voi che c’eravate e ci siete, fino al prossimo bucolico pranzo di benvenuto alla primavera, per rifugiarmi ancora una volta in quel posto remoto a raccontare fiabe!



Quale conclusione migliore per un fine settimana così, terminato con un arrotolamento sul divano, cullata da dolci note e da una mano calda che ti copre come una carezza…

2 commenti:

danco ha detto...

"le membra stanche di una lotta senza scopo"
Questa mi sa che me la rivendo...

la_stupida ha detto...

eh eh dani, in questo mondo il copy left non ha ancora vinto.. dovrai passare per le mie tasche!!!