sabato 28 maggio 2011

Un anno or sono!

Hai camminato tutta la notte, fino a far diventare la notte giorno, non riuscendo a trovarmi.
Poi sei arrivato in cima alla salita, mi hai vista, già nella morbidezza dei vestiti della notte, ormai saltata. Mi hai guardata e mi hai sussurrato in punta di piedi.
Vicini, ma non troppo, in silenzio. Poi è arrivato, il dolce sapore dell'attesa.
Quel giorno, iniziato così, oggi è uno stravagante tango in orizzontale su terreni sgualciti!

2 commenti:

Steffl ha detto...

m'inchino. sei una maestra.

la_stupida ha detto...

touchè!